Ti trovi in:

Consiglio Comunale » Consiglio Comunale

Consiglio Comunale

di Giovedì, 14 Maggio 2015 - Ultima modifica: Giovedì, 26 Novembre 2015

Il Consiglio comunale è l’organo di indirizzo e di controllo politico – amministrativo del Comune ed opera attraverso deliberazioni collegiali.

Discute ed approva il documento programmatico del Sindaco neo eletto.
È composto da n. 15 Consiglieri, compreso il Sindaco.
Delibera lo Statuto dell’ente, i regolamenti, l’ordinamento degli uffici e dei servizi, i bilanci annuali e pluriennali e le relative variazioni, il rendiconto della gestione, i programmi di opere pubbliche e i relativi piani finanziari, i piani territoriali e urbanistici, la disciplina del personale non riservata alla contrattazione collettiva e le dotazioni organiche complessive, l’assunzione e la dismissione dei servizi pubblici locali, la scelta delle relative forme gestionali, l’istituzione e l’ordinamento dei tributi.
Rappresenta la Comunità, ne  interpreta gli interessi generali ed esercita insieme al Sindaco le funzioni di governo ed  indirizzo politico amministrativo. 
Esercita le funzioni di controllo politico-amministrativo del Comune su istituzioni, aziende speciali, gestioni convenzionate e coordinate, consorzi, società che abbiano per fine l’esercizio di servizi pubblici e la realizzazione di opere, progetti, interventi, effettuati per conto del Comune od alle quali lo stesso partecipa con altri soggetti.
Definisce gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti comunali presso enti, aziende e istituzioni.

Vota risoluzioni, mozioni, ordini del giorno per manifestare posizioni ed orientamenti su temi ed avvenimenti di carattere politico, sociale, economico, culturale, rivolti ad esprimere la partecipazione dei cittadini ad eventi esterni alla Comunità locale; assume l’iniziativa nelle materie oggetto di referendum.
E’ competente per l’approvazione dei progetti preliminari di opere pubbliche di importo superiore a € 500.000 euro.

Competenze

I Consiglieri entrano in carica all'atto della loro proclamazione.  Essi rappresentano collegialmente la Comunità comunale ed esercitano le loro funzioni senza vincolo di mandato, con piena libertà d’opinione e di voto. Dispongono di capacità di iniziativa di proposta di atti e provvedimenti di competenza del Consiglio comunale, in particolare:

  • hanno diritto di presentare proposte di deliberazioni ed emendamenti alle deliberazioni iscritte all'ordine del giorno del Consiglio;
  • possono chiedere la convocazione del Consiglio comunale, qualora lo facciano in numero pari ad almeno 1/5 di quello dei Consiglieri assegnati al Comune;
  • possono presentare interrogazioni, interpellanze, mozioni e ordini del giorno.