Ti trovi in:

Home » Comune » Comunicazione » Avvisi e news » Raccolta funghi in Val di Fassa

Raccolta funghi in Val di Fassa

di Mercoledì, 05 Luglio 2017
Immagine decorativa

In Val di Fassa, come in tutto il Trentino, la raccolta è soggetta ad una severa regolamentazione provinciale. Questo allo scopo di non alterare gli ecosistemi vegetali e tutelare l’ambiente e le sue risorse. In Valle di Fassa, i sette Comuni, (Moena, Soraga, Vigo, Pozza, Mazzin, Campitello di Fassa e Canazei), si sono convenzionati in un unico ambito territoriale omogeneo, coincidente con l'intera valle. Qui la raccolta è consentita anche ai non residenti nella Provincia di Trento previa denuncia dell'attività di raccolta di funghi e versamento di una somma che varia a seconda del periodo di durata della raccolta (da un minimo di Euro 10,00 per un giorno a un massimo di Euro 60,00 per un mese).

E’ da sottolineare che la raccolta è vietata nei parchi naturali e che pertanto è proibita nel Parco di Paneveggio. Queste zone sono comunque segnalate da apposite tabelle.

La raccolta è consentita in tutti i giorni della settimana per una quantità massima di 2 chilogrammi al giorno per persona di età superiore ai 10 anni. I bambini sotto i 10 anni possono raccogliere funghi solo se accompagnati da un familiare in possesso dei documenti necessari: anche in questo caso resta il limite massimo di 2 chilogrammi per persona. Il limite massimo di 2 chilogrammi non vale quando un solo fungo superasse questo peso. La raccolta di funghi è possibile solo durante il giorno, mentre è vietata dalle ore 19,00 fino alle 7,00.

E’ vietato distruggere o danneggiare i funghi sul luogo di raccolta, così come usare per la raccolta rastrelli, uncini ed altri mezzi che possano danneggiare l’humus del terreno. E’ obbligatorio pulire sommariamente i funghi sul posto dove vengono raccolti e trasportarli soltanto con contenitori forati e rigidi (cestelli e simili). La legge prevede sanzioni per eventuali trasgressori. La denuncia dell'attività di raccolta può essere eseguita presso uno qualsiasi dei sette Comuni della Valle di Fassa o mediante versamento della somma dovuta con gli appositi bollettini postali, reperibili anche presso gli Uffici Turistici della Valle.

Cerca