Ti trovi in:

Anagrafe » Schede informative » Autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati

Autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati

di Lunedì, 27 Aprile 2015 - Ultima modifica: Mercoledì, 11 Novembre 2015
Immagine decorativa

L'Articolo 7 D.L. n. 223 del 4 luglio 2006 convertito in legge n. 248 del 4 agosto 2006 sancisce che: "L'autenticazione della sottoscrizione degli atti e delle dichiarazioni aventi ad oggetto l'alienazione dei beni mobili registrati e rimorchi o la costituzione di diritti di garanzia sui medesimi può essere richiesta anche agli uffici comunali e ai titolari degli sportelli telematici dell'automobilista di cui all'articolo 2 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358. Gli uffici sopra indicati sono tenuti a rilasciarla gratuitamente, salvo i previsti diritti di segreteria, nella stessa data della richiesta, salvo motivato diniego."

  • Beni mobili registrati che rientrano in tale campo di applicazione sono:
    1. autoveicoli
    2. motoveicoli
    3. rimorchi (m.c. uguale o superiore a 3,5 t.)
    4. navi e galleggianti
    5. aeromobili
  • Beni che non rientrano in tale campo di registrazione
    1. ciclomotori
    2. macchine agricole
    3. macchine operatrici
    4. veicoli a trazione animale
    5. slitte
  • Beni mobili registrati la cui registrazione è facoltativa:
    1. rimorchi (m.c. inferiore a 3,5 t.)
Dove rivolgersi

Ufficio Anagrafe

Orario apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.00

Quanto costa

Euro 14,62 per marca da bollo + Euro 0.52 per diritti di segreteria

Tempi di attesa

In presenza della documentazione richiesta e compilata in ogni sua parte, l'autenticazione della firma viene effettuata immediatamente

Come fare / Cosa fare

Per effettuare l'autenticazione di firma per i passaggi di proprietà dei beni mobili registrati, il venditore deve sempre presentarsi munito del documento di proprietà del veicolo (foglio complementare o certificato di proprietà - CDP) del quale risulti intestatario, un documento d'identità e tutti i dati dell'acquirente (nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza).
 
 Se il venditore ha acquistato il veicolo dopo aver contratto il matrimonio ed è in regime di comunione dei beni con il coniuge, si deve provvedere all'autentica della firma anche di quest'ultimo.
 
 Qualora tale documento sia stato smarrito è necessario effettuare una denuncia di smarrimento alle forze dell'Ordine e richiedere un duplicato presso il Pubblico Registro Automobilistico o la Motorizzazione civile.
 Una volta firmato l'atto di vendita del mezzo, l'acquirente deve recarsi presso il Pubblico Registro Automobilistico e alla Motorizzazione entro il termine di 60 giorni per la trascrizione degli atti, allegando il proprio codice fiscale e quello del venditore, la carta di circolazione e il C.D.P. (certificato di proprietà) o il foglio complementare.
 
 A questo punto verrà rilasciato un permesso per circolare valido 30 giorni, nel corso dei quali la pratica verra' perfezionata.
 
 N.B.: Il Ministero dell'Interno ha emanato sull'argomento la circolare n. 3/2006 di data 27 ottobre 2006 avente ad oggetto "autenticazione della sottoscrizione degli atti di alienazione dei beni mobili registrati e degli atti di costituzione di garanzia degli stessi. Art. 7, decreto-legge n. 223/2006", la quale precisa che "al pubblico dipendente è attribuito unicamente il compito di accertare l'identità della persona che sottoscrive l'atto e di attestare che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza" e che "la normativa di riferimento è quella relativa all'art. 21 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445".

Riferimenti normativi

Art. 7 D.L. 223/2006 convertito nella legge n. 248 del 4 agosto 2006 Art. 21 D.P.R. 445/2000

Classificazione dell'informazione

Ufficio

Servizi Demografici

Servizio Anagrafe, Stato Civile, Elettorale e Leva Militare